Registro imprese - n° 9 / 2016
le newsletter della Camera di Commercio di Varese
indietroindietro
  • AUTOCERTIFICAZIONI: Chiarimenti sui Controlli
    Il Registro Imprese iscrive attività economiche, quali impiantista – autoriparatore – impresa di pulizia – impresa di facchinaggio – spedizioniere – agente di commercio – mediatore, il cui esercizio è subordinato al possesso di requisiti professionali e morali.
    L’art.19 della legge 241/90 prevede che tali requisiti vengano autocertificati, in sede di presentazione della SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), con apposite dichiarazioni sostitutive, oggetto di eventuale verifica da parte dell’amministrazione competente.
    Il Registro Imprese, pertanto, procede al solo controllo formale delle SCIA riferite alle attività imprenditoriali sopra richiamate il cui svolgimento dipende dal possesso dei requisiti di legge.
    La SCIA incompleta, o non correttamente compilata e sottoscritta, è considerata irricevibile.
    Se la pratica risulta formalmente completa, con la dichiarazione sostitutiva correttamente presentata, e quindi ricevibile e produttiva di effetti giuridici, l’impresa viene iscritta con immediato avvio dell’attività economica.
    Le SCIA, dopo l’iscrizione, sono soggette a modalità ordinaria di controllo, a campione o in tutti i casi in cui emergano fondati dubbi, per incongruenze palesi o inattendibilità, sulla veridicità delle dichiarazioni presentate.
    Qualora, in fase di controllo, dovesse emergere la mancanza di requisiti e tale carenza non fosse conformabile, il Registro Imprese adotta un provvedimento motivato di divieto di prosecuzione dell’attività.


indietroindietro
Periodico Informatico - Registrazione al tribunale di Varese al n.457 del 15/06/1985