Registro imprese - n° 11 / 2019
le newsletter della Camera di Commercio di Varese
indietroindietro
  • COLLEGIO SINDACALE SRL: Sale la Soglia d'Attenzione
    Dal 16 dicembre sono in vigore le nuove disposizioni contenute nell'art. 2477 c.c., introdotte dal d.ls 14/2019, relativo alle crisi di impresa, e dalla L. 55/2019.
    Si ricorda che l'articolo 2477 c.c. prevede, in particolare, che la nomina dell'organo di controllo o del revisore è obbligatoria se la società ha superato per due esercizi consecutivi almeno uno dei seguenti limiti:
    1) totale dell'attivo dello stato patrimoniale: 4 milioni di euro;
    2) ricavi delle vendite e delle prestazioni: 4 milioni di euro;
    3) dipendenti occupati in media durante l'esercizio: 20 unità.

    Nell'invitare tutte le società che rientrino in tali parametri ad adeguarsi il prima possibile a questa disposizione, si osserva che il superamento della scadenza del 16 dicembre non comporta sanzioni immediate nei confronti della società.

    Va peraltro sottolineato che il Codice della Crisi d'Impresa introduce misure di prevenzione delle situazioni di insolvenza e prevede procedure di allerta che si basano fortemente sulla presenza di adeguati strumenti di controllo interno alle società.
    La mancanza di un organo di controllo o di revisione nei casi di superamento delle soglie sopra indicate potrebbe pertanto rappresentare un elemento di maggiore responsabilità, in caso di crisi d'impresa, di cui gli imprenditori devono opportunamente tenere conto:
    • in caso di inadempimento, si attiva un potere di surroga in capo ai Tribunali, su segnalazione da parte di qualunque soggetto interessato o da parte del Conservatore del Registro Imprese;
    • la segnalazione d'ufficio da parte del Registro Imprese di Varese non scatta in maniera automatica il 17 dicembre, ma innanzitutto terrà conto dei tempi fisiologici di trasmissione delle domande di iscrizione delle nuove nomine al Registro Imprese (30 giorni); poi, sarà preceduta da un'interlocuzione con la società che risulta inadempiente, da un lato per verificare che il superamento delle soglie sia effettivamente avvenuto, dall'altro per assegnare alla società stessa un termine per provvedere autonomamente;
    • l'art. 2477 del codice civile attribuisce alle srl la facoltà di scegliere la forma di controllo più idonea tra un ventaglio di alternative (collegio sindacale, sindaco unico, revisore legale).

    In alcuni casi, potrebbe rendersi necessario l'adeguamento dello statuto.
    Data la ratio di queste disposizioni - che, come sopra ricordato, è quella di dotare in tempi molto rapidi tutte le realtà economiche più significative in termini dimensionali di assetti adeguati a prevenire le crisi d'impresa - si raccomanda a tutte le società rientranti nell'applicazione delle nuove norme di non ritardare la nomina degli organi di controllo o di revisione in attesa di futuri adeguamenti statutari, che, come noto, richiedono maggiori formalità (verbale notarile e maggioranze qualificate).
    Per qualsiasi esigenza informativa o di maggiore approfondimento è possibile inviare un quesito su Servizi Online
     


indietroindietro
Periodico Informatico - Registrazione al tribunale di Varese al n.457 del 15/06/1985