Statistica ed economia - n° 9 / 2017
le newsletter della Camera di Commercio di Varese
indietroindietro
  • IMPORT-EXPORT: Bene Varese
    Il bilancio di metà anno sull’andamento del commercio estero varesino è positivo ma non entusiasmante, soprattutto se confrontato con le più che buone performance lombarde e italiane: le variazioni dell’export nel primo semestre dell’anno sono rispettivamente, per i tre territori, del +1,38%, +7,43% e +7,88%. 
    Il saldo della bilancia commerciale varesino resta comunque positivo per 1.842 milioni di euro, ma in calo rispetto ai risultati messi a segno nel primo semestre 2016 (-4,3%). Complessivamente, nel periodo gennaio-giugno, per Varese si sfiorano i 5 miliardi di euro di esportazioni: oltre 1.100 milioni di euro ha riguardato la commercializzazione all’estero di macchinari e apparecchi (+0,92% rispetto al primo semestre 2016), oltre 720 milioni di euro di mezzi di trasporto (-8,42%), 490 milioni di euro di prodotti chimico-farmaceutici (+10,93%), 482 milioni di euro di articoli in plastica-gomma (-0,33%), infine 465 milioni di euro di beni prodotti dal tessile-abbigliamento (+0,79%).
    Per quanto concerne i partner commerciali, sono di segno positivo gli scambi verso tutti i paesi abitualmente di riferimento per la nostra provincia. Tra questi, si segnala un importante +16% con la Spagna (per 262 milioni di euro nel primo semestre) e la ripresa dell’interscambio con Russia +45% (per 83 milioni di euro). Molto bene i rapporti con gli Stati Uniti +8% (per 253 milioni di euro) e con il Giappone +22% (per 53 milioni di euro). 
    In cima alla classifica per volumi, infine, come ormai di consueto troviamo la Germania con 638 milioni di euro e la Francia con 544 milioni di euro.
    Tutti i dati sull’import-export varesino sono su OsserVa, portale statistico della Camera di Commercio varesina.


indietroindietro
Periodico Informatico - Registrazione al tribunale di Varese al n.457 del 15/06/1985