Statistica ed economia - n° 11 / 2021
le newsletter della Camera di Commercio di Varese
indietroindietro
  • PENDOLARISMO: come si muovono i varesini?
    I dati del “Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni” di Istat riportano i movimenti, fino al livello comunale, dei pendolari nel 2019.
    I lavoratori e gli studenti varesini mostrano una propensione a uscire dai confini del proprio comune di residenza maggiore dei pendolari a livello regionale e nazionale: il 35% della popolazione residente in provincia di Varese si sposta fuori dal proprio comune per raggiungere il luogo di lavoro o studio.
    Di rilievo la presenza di un “gender commuting gap” omogeneo per tutti i livelli territoriali: le lavoratrici tendono a orientarsi verso posti di lavoro con un tragitto di commuting più corto, infatti, a Varese solo il 42,4% delle lavoratrici esce dal proprio comune di dimora (a livello nazionale il valore è del 40,8%).
    Varese è a metà della classifica di confronto con le province lombarde, sia per il pendolarismo intra-comunale (18,8% della popolazione residente), sia per quello fuori comune (35,2%).
    La provincia con maggior mobilità interna è Milano (30,6%), mentre quella con maggior mobilità fuori comune è Monza e Brianza (39,4%).
    Le mappe sulla distribuzione territoriale del pendolarismo all’interno della provincia di Varese evidenziano che le maggiori città tendono ad avere alti livelli di pendolarismo intra-comunale e bassi livelli di pendolarismo fuori comune: per esempio, a Varese il pendolarismo intra-comunale interessa il 33% della popolazione residente, mentre quello fuori comune il 18,6%. Per i piccoli comuni varesini vale la tendenza contraria.
    Tutti i dati su OsserVa, portale statistico di Camera di Commercio. 


indietroindietro
Periodico Informatico - Registrazione al tribunale di Varese al n.457 del 15/06/1985